Giu 142012
 


di Cristina Artoni

prefazione di Laura Balbo

Edizioni BrunoMondadori

Essere “straniero” nel paese in cui si vive può capitare a tutti. In Italia, con l’attuale legislazione, la condizione di straniero è diventata una colpa da perseguire con atti giudiziari e con l’intervento della forza pubblica. Non è facile ottenere un visto e sembra ancora più difficile riuscire ad avere un permesso di soggiorno; alcuni immigrati rischiano così di perdersi nel labirinto della burocrazia e inevitabilmente scivolano nella clandestinità, situazione dalla quale spesso non riescono più a uscire. Il libro raccoglie storie che esemplificano che cosa significhi essere straniero in Italia; frammenti di vita quotidiana di persone costrette a un’esistenza difficile, a volte impossibile, in situazioni al limite del surreale, il cui lieto fine non è affatto scontato. Luna, Lili, Beto, Korima, Liz, Helena, Amor sono venuti nel nostro paese per motivi diversi: per richiedere asilo politico, per lavoro o per amore, e tutti hanno intrecciato le loro vite con quelle di cittadini italiani. Incontri, legami affettivi, scambi in cui sfuma la distinzione tra “noi” e “loro”. Queste storie sono semmai uno specchio del difficile cambiamento in atto che ci riguarda tutti.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.