Giu 192013
 

Questa mattina due ore di blocchi stradali davanti alla prefettura di via Lupi di Toscana.sanatoria-sp chiuso

La lotta dei migranti contro le sanatorie-truffa e la legge Bossi-Fini non si ferma.

Questa mattina centinaia di migranti convocati in Prefettura per le rispettive pratiche hanno trovato chiusi i cancelli degli uffici di via Lupi di Toscana, senza alcun avviso o comunicazione su quanto stava accadendo.

La spontanea reazione dei e delle migranti presenti è stato un blocco stradale durato più di due ore per riaffermare un diritto elementare: avere informazioni.

Contemporaneamente gira veloce la notizia ripresa dai quotidiani locali: accanto alle esasperanti lentezze della Prefettura si è aggiunta l’inchiesta della Procura di Brescia a cui segue la comunicazione: “gli sportelli della Prefettura sono chiusi, nessuna pratica sarà presa in esame in tempi certi”.

Ancora una volta sono i e le migranti che pagano il prezzo più alto di leggi razziste e xenofobe, che hanno l’unico obbiettivo quello di far cassa per lo stato e aumentare la clandestinità.

Tutti sanno e tutti sapevano, istituzioni comprese, che leggi-truffa come quelle delle emersioni 2009 e 2012, i requisiti di reddito e di contratto di lavoro previsti dalla legge Bossi-Fini, da anni producono discriminazioni e sfruttamento. Ma non solo. Queste leggi e decreti hanno anche la funzione di favorire le reti organizzate per la vendita di contratti di lavoro e certificazioni varie. Un ennesimo ricatto subito dai e dalle migranti.

Da anni anni denunciamo questa situazione e lottiamo per abrogare la legge Bossi-Fini.

L’iniziativa di questa mattina dimostra ancora una volta che per ottenere diritti è necessario organizzarsi per rispondere e lottare. Non possiamo più contiunuare a piegare la testa davanti a leggi ingiuste, a burocrazie assurde usate politicamente come arma per negare diritti ai e alle migranti.

Questa sera alle 20,30 in via Battaglie 29 è convocata un’assemblea per decidere come proseguire la lotta.

 

Progetto Cross-Point

incroci meticci, precari e clandestini

 b

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.