Gen 242015
 
Prefetta dimettiti! Conferenza stampa delle/dei migranti e antirazziste/i di Cross-Point

20150124_151222

Oggi pomeriggio una trentina di migranti e antirazziste/i di Cross-Point hanno chiamato una conferenza stampa presso la loro sede per replicare alle affermazioni rilasciate dalla Prefetta il 16 gennaio scorso.

Abbiamo deciso di dare una risposta a più voci per smontare caso per caso, esperienza per esperienza, la lettura assolutamente paradossale che la Prefetta dà di questa vicenda, denunciando che con il ritorno alla clandestinità di 4000 persone l’emergenza non può dirsi chiusa, ma anzi è solo all’inizio. Il rappresentante del Governo a Brescia non può sottovalutare l’impatto che il fallimento della sanatoria avrà sulla nostra città: l’atteggiamento della Prefetta è assolutamente irresponsabile e noi chiediamo a gran voce le sue dimissioni!

Abbiamo voluto dare un volto alle persone che pagheranno per questa gestione scellerata. Dopo numerosi interventi che hanno dettagliato i diversi problemi che già da tempo stiamo denunciando, è emerso come oggi il razzismo istituzionale renda impossibile a migliaia di persone uscire dalla clandestinità. Persone che sono qui anche da più di dieci anni. Fra loro anche molte donne, che rischiano di pagare doppiamente questa discriminazione, perchè da clandestine rischiano di subire – spesso senza poterlo denunciare- situazioni di violenza.

La legge Bossi-Fini a livello nazionale e la gestione delle pratiche da parte degli uffici della Prefettura e della questura sta determinando una vera e propria emergenza sociale.

A smentire il fatto che la Sanatoria si è già chiusa, oggi fra noi erano presenti diversi migranti che non avevano ancora ricevuto alcun tipo di comunicazione da parte del S.U.I.

Questo solo per dimostrare l’attendibilità dei dati forniti.

Già altre associazioni hanno ribattuto puntualmente a questi dati. A quanto già detto aggiungiamo che il numero di ricorsi presentati al tar non è molto alto, ma questo anche perchè la procedura ha dei costi che non sono facili da sostenere, soprattutto per chi ha già pagato molto, troppo, nella speranza di regolarizzare la propria posizione in Italia.

In questa conferenza stampa abbiamo anche espresso solidarietà alla manifestazione antifascista che si sta svolgendo a Cremona. Siamo a fianco di chi lotta contro il razzismo, il fascismo, il sessismo e ogni forma di discriminazione.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.